Tetto ventilato

 Tetto ventilato

 

Tetto ventilato. Posta fra il materiale coibente e la copertura, la camera di ventilazione assicura una circolazione dell’aria che migliora le qualità termiche del tetto.

Il tetto ventilato è la più avanzata tecnica di costruzione di tetti con isolamento termico in falda. I vantaggi termici offerti sono ben evidenziati dai risultati dei test ai quali sono state sottoposte due diverse tipologie di tetto, con struttura in cemento e con struttura in legno.

Questo tipo di soluzione è applicabile anche a strutture già esistenti direttamente sulla falda in cemento.

I VANTAGGI DEL TETTO VENTILATO. Grazie alle sue caratteristiche il tetto ventilato consente di ottenere un notevole risparmio sui consumi energetici.In caso di temperature alte permette un recupero dei sottotetti rendendoli abitabili in maniera confortevole. In presenza di temperature molto basse la camera di ventilazione costituisce un’ulteriore intercapedine. In caso di neve il tetto ventilato elimina le pericolose barriere di ghiaccio sullo sporto di gronda.

 

I VANTAGGI DEL TETTO VENTILATO NELLE SITUAZIONI DI CALDO . L’aria fresca che arriva dalla linea di gronda si riscalda nell’intercapedine per effetto dell’irraggiamento, diventa più leggera e fuoriesce dal colmo, sottraendo il calore accumulato dal materiale di copertura.

 

TETTO NON VENTILATO. La copertura, riscaldata dall’irraggiamento solare, trasmette il calore al materiale coibente che può funzionare soltanto da ritardante termico. Il calore, successivamente, si trasferisce alle strutture portanti del tetto e all’interno della costruzione.

 

I VANTAGGI DEL TETTO VENTILATO NELLE SITUAZIONI DI FREDDO. In inverno la circolazione d’aria farà in modo che il materiale isolante rimanga asciutto evitando in questo modo la creazione di condense e garantendo la durata nel tempo degli elementi costruttivi del tetto.

 

TETTO NON VENTILATO. A causa delle temperature basse, nella struttura del tetto possono verificarsi fastidiosi fenomeni di condensa, causa di muffa, umidità e gocciolamenti.

I VANTAGGI DEL TETTO VENTILATO NELLE SITUAZIONI DI NEVE. La ventilazione permette lo scioglimento uniforme della neve accumulata sul tetto evitando così la formazione delle barriere di ghiaccio.

TETTO NON VENTILATO. In zone di montagne si creano facilmente sullo sporto di gronda pericolose barriere di ghiaccio, causa di infiltrazioni nella struttura del tetto.

In sintesi, un tetto ventilato consente il naturale moto convettivo delle correnti calde, che si formano nel sottomanto e nella camera di ventilazione del tetto, permettendo loro di fluire dall’ingresso all’uscita senza alcuna strozzatura. Ciò aumenta la durata e la resistenza al freddo della copertura; migliora l’isolamento termico del tetto d’estate e d’inverno; riduce i consumi energetici; migliora la conservazione delle strutture; impedisce la formazione di muffe e condense; aumenta la stabilità degli elementi della copertura. (Fonti: bertellieguerrini.it, infobuild.it, rasera.com)