Coppo e sottocoppo

Coppo e sottocoppo

 

Il coppo, o tegola curva, localmente detta anche “canale”, prodotto tradizionalmente per stampaggio ed industrialmente per estrusione, deriva geometricamente da una superficie cilindrica tagliata secondo due piani paralleli trasversali all’asse del cilindro e secondo altri due piani secanti lungo una retta normale all’asse del cilindro stesso. Le dimensioni tipiche, variabili nelle varie tradizioni regionali, sono di 45-50 cm di lunghezza per una larghezza di 13-17 cm. Viene realizzato generalmente in laterizio.

Il fabbisogno per metro quadrato di copertura è di circa 28-30 coppi, da disporre inferiormente per file convesse (canali) e superiormente per file concave (coperte), con sormonti di 10 cm circa; ne deriva un peso a metro quadrato di circa 60-66 kg. La pendenza della falda non è in genere inferiore a 30%. Era usato già dagli antichi romani.

Rappresenta il tipo di copertura più diffusa in Italia, ha l’inconveniente di tendere nel tempo a scivolare verso il basso; per assicurare stabilità di posizione, sono in commercio versioni dotate di semplici sistemi che permettono di ancorare insieme un coppo con l’altro.

Il coppo viene utilizzato tradizionalmente in due diverse disposizioni del manto di copertura:

  • quella che prevede file parallele alterne, concave e convesse, di coppi, che è diffusa principalmente nell’Italia meridionale e che a volte prende la definizione di “alla diavola”.

  • la disposizione alternata con gli embrici (tegole piane) diffusa principalmente nell’Italia centrale e che a volte prende la definizione di “alla romana” o alla “fiorentina”. In effetti in Toscana è stata utilizzata in via praticamente esclusiva fino all’avvento di tipologie di tegole più moderne.

Entrambe le disposizioni, consentendo un’ampia tolleranza di sovrapposizione sia longitudinale che trasversale, si adattano anche a coperture di geometria complessa.

SISTEMA SOTTOCOPPO in fibre organiche bitumate. Sistema sottocopertura costituito da lastre monostrato ondulate in fibre organiche bitumate per coppi.

Il sistema Sottocoppo oltre a consentire una estrema facilità di posa, offre la massima garanzia di impermeabilizzazione e ventilazione della copertura che, mantenendosi asciutta, assicura negli anni una lunga durata dei coppi e permette di raggiungere un elevato comfort abitativo.

La semplicità della posa, il costo contenuto e l’ottima qualità del risultato, esaltano il valore di questo sistema da Sottocopertura.
Fra le migliorie apportate ai prodotti spicca sicuramente la robustezza, ottenuta con l’aggiunta di resine speciali termoindurenti che conferiscono alle nuove lastre una elevata resistenza e durata.

Caratteristiche generali. Lastra monostrato ondulata, a base di fibre organiche bitumate resinate e colorte nella massa.  Questa lastra realizza uno strato ventilato, isolato ed impermeabilizzato al di sotto degli elementi di copertura del tetto.

Campi di applicazione Il sistema da Sottocopertura è idoneo per tutti i tipi di coppi in laterizio: una soluzione classica, pratica, economica ed efficace. E’ la soluzione ideale per costruzioni di nuova realizzazione e/o di restauro. Si applica con estrema facilità, garantendo l’impermeabilizzazione e la ventilazione della copertura.La pendenza minima della copertura è del 15%.

Vantaggi
Impermeabili. Anche in caso di rottura o spostamento di una tegola o di un coppo, il sistema protegge dalle infiltrazioni. Pendenza minima del tetto 15%.
Robuste. L’aggiunta della resinatermoindurente nelle nuove lastre sottocoppo, garantisce indeformabilità e robustezza, rendendo il tetto praticabile.
Economiche. Il Sistema consente notevoli vantaggi economici sui costi di realizzazione e di manutenzione della copertura. La grandi qualità delle lastre consentono al tetto di garantire alle abitazioni una migliore protezione dagli agenti atmosferici, riducendo così in modo notevole i costi dovuti a dispersioni di calore.
Ventilate. I profili ondulati delle lastre offrono una doppia circolazione d’aria per una maggiore durata della copertura e una struttura sana e asciutta.
Pratiche e maneggevoli. L’utilizzo delle sottocoperture rende semplice, veloce e sicura la posa di coppi e tegole grazie anche alla notevole leggerezza e, quindi, alla maneggevolezza delle lastre.
Sicure. L’utilizzo degli appositi accessori garantisce la tenuta degli elementi di copertura anche in caso di forti pendenze e di particolari condizioni ambientali.
Versatili. Le sottocoperture permettono la posa di tutte le tipologie di tegole e coppi nuovi o di recupero.