Accessori tetto

La copertura di un edificio è senza dubbio uno dei componenti più impegnativi sia sotto l’aspetto costruttivo che economico. Per questo motivo, una volta terminati i lavori, è giusto poter pensare che per i prossimi decenni non occorre effettuare alcuna manutenzione alla copertura.

La funzionalità e la durabilità (che si traduce in assenza di problemi e manutenzione) dipendono  principalmente dalle tecniche utilizzate per completare il manto impermeabile, il manto di copertura (tegole, coppi, lamiere) e tutti gli accessori presenti su di una copertura (canne fumarie e comignoli, sfiati, passaggi tetto per impianti, pannelli solari e fotovoltaici, antenne, linee vita).

Linea Vita

La norma italiana in merito all’accesso in sicurezza sulle coperture è stata recepita ormai da molti comuni; non di rado, infatti, per poter veder approvato un progetto, occorre dimostrare che è stata previsto un sistema di protezione individuale durante l’accesso e gli interventi di manutenzione ordinaria effettuata sia dal proprietario che da operatori esterni (imprese, antennista, idraulico ecc..).

Possibilmente durante la costruzione della copertura in legno sarà necessario quindi installare una serie di punti di fissaggio (golfari con fune, ganci antipendolo) che serviranno da aggancio all’imbracatura di chi si muoverà in sommità della copertura. L’impianto in questione dovrà essere rigorosamente omologato e dotato di certificazione rilasciata dal fornitore ed installatore.

Canne Fumarie

I passaggi tetto per canne fumarie (per stufe, camini e caldaie a legna) devono essere curati con particolare attenzione per garantire un elevato grado di sicurezza e azzerare il rischio di incendio. Ogni canna fumaria utile all’espulsione di gas incandescenti, oltre ad essere in acciaio a doppia parete, devono essere distanziate in modo adeguato dai bordi del foro di contenimento realizzato nel pacchetto tetto. Il foro deve altresì essere realizzato con la dovuta ampiezza ed i bordi interni rivestiti con diversi strati di materiali specifici per la resistenza al colore ed al fuoco.

Sistemi di ingresso uscita ventilazione

Per garantire che il tetto ventilato mantenga la propria efficienza è indispensabile che il flusso di aria in entrata ed in uscita rimangano liberi. I canali di gronda possono essere di ogni dimensione e forma ma non devono mai ostruire il canale di ingresso dell’aria. Eventuali elementi in lamiera di rame devono avere le forature e le piegature opportunamente posizionate.

La posa del manto di copertura in coppi o tegole in corrispondenza dei colmi e displuvi, deve avvenire senza l’ausilio di malte cementizie o schiume poliuretaniche. Appositi kit detti “colmi ventilati” hanno lo scopo di garantire il fissaggio del coppo di colmo, la fuoriuscita dell’aria e l’impermeabilità da infiltrazioni di acqua piovana.

L’impermeabilità all’aria

In ogni costruzione, legno o cemento che sia, ogni collegamento necessario tra diversi elementi può generare uno spiffero ovvero uno scambio d’aria tra ambiente interno ed esterno. Tale fenomeno determina alcune problematiche che, nell’ambito di costruzioni che nelle intenzioni dovranno essere “a basso consumo energetico”, andranno a declassare il risultato atteso.

Tutte interruzioni ed i passaggi attraverso le pareti ed il tetto di elementi strutturali ed impiantistica (travi, pali antenna, passaggi di canne e sfiati, cavidotti elettrici ecc..) devono essere realizzate con cura ed impiegando i materiali corretti.

Ogni spiffero si può tradurre, in pratica, in una dispersione energetica e spesso, agevolando l’infiltrazione di aria fredda, può evidenziarsi in punti di condensa internamente ai locali.

Sigillatura legno – cemento

Nel caso della copertura in legno installata su di una costruzione in muratura, è consigliato porre molta attenzione alle congiunzioni applicando speciali guarnizioni auto espandenti tra le parti in legno e quelle in muratura o c.a. ;

Sigillatura legno – legno

Anche per gli assemblaggi realizzati nell’ambito di un pacchetto di isolamento in un tetto e nella costruzione di una parete in legno, è indispensabile seguire le medesime regole che portano ad ottenere un involucro privo di spifferi. Ogni congiunzione tra guaine traspiranti, ogni passaggio di un impianto attraverso il tetto o le pareti sarà attenzione di perfetta sigillatura.