Brambilla Gaetano Srl  V. Emanuele 42/E - 20040 Usmate Velate  (MB)
P.Iva 00881520969 REA MB 1200271 C
ell. 392.6419871   fax 0362.554481 email

HOME PAGE
COPERTURE
Tetto ventilato
Cemento amianto
Fibrocemento ecologico
Pannelli sandwich
Lastre grecate
Tegole marsigliesi
Tegole portoghesi
Coppo e sottocoppo
Colmi
 
 
Preventivo Online
Mappa del sito
Ricerche
 

 

 

 

 

 

 

SMALTIMENTO AMIANTO (eternit in matrice compatta)

Clicca sulla superficie interessata per il preventivo

 

Sino a 30 mq. Sino a 50 mq. Sino a 80 mq. Sino a 100 mq. Oltre 100 mq.

 

Le lastre in fibrocemento ecologico sono composte da fibre naturali, organiche e sintetiche non tossiche per l'uomo e per l'ambiente.

Risultano essere valida alternativa al cemento-amianto (Eternit), la lastra si adatta ad ogni esigenza progettuale e può essere utilizzata per la copertura di nuovi edifici o per il recupero di manti fatiscenti. Alternativa valida come funzione di sottocoppo.

Può essere utilizzata anche in situazioni di sovracopertura su manti di copertura in lastre fibrocemento contenenti amianto (eternit).

Le lastre sono colorate nell'impasto.

Caratteristiche che la distinguono:

  • Economiche
  • Resistenti
  • Isolanti

 

 

 

Visualizza scheda tecnica in formato PDF

Produttore: FIBROTUBI S.R.L. - Provinciale Sud  5 - 42011  Bagnolo in Piano  (RE)

 

Da Wikipedia. Come l'Eternit, oggi i manufatti in fibrocemento ecologico sono costituiti da una matrice cementizia rinforzata non più da fibre di amianto ma con filamenti organici, naturali e sintetici. Con questa nuova teconologia si realizzano lastre piane e ondulate, pozzetti prefabbricati, tubazioni, ecc. Il materiale risultante (in Italia immesso in commercio dal 1994 e indicato come “fibrocemento ecologico”) mantiene le caratteristiche di resistenza originali ma non è cancerogeno né nella produzione, né nell’utilizzo, né nello smaltimento. Lastre in fibrocemento usate con funzione portante (ad esempio per le coperture di capannoni o come sottocoppo), se non vengono adottati i previsti dispositivi di sicurezza, possono dar luogo ad incidenti sul lavoro: le cadute dall'alto (per sfondamento della lastra) hanno esito per lo più mortale. L'utilizzo delle lastre in funzione portante è vietato dalla Legge qualora il materiale (da costruzione) non sia stato valutato ed autorizzato dal Servizio Tecnico Centrale del Ministero dei Lavori Pubblici (Infrastrutture e Trasporti). Uno dei materiali (privo dei titoli autorizzativi ed ora non più commercializzato) che ha dato prova di elevato degrado delle caratteristiche meccaniche nel tempo è l’Econit, per anni prodotto in Italia su licenza di Dansk Eternit dalle ditte Maranit (FE) e Copernit (MN), per il quale il primo segnale del decadimento delle caratteristiche di resistenza meccanica è il verificarsi di infiltrazioni dalle coperture dovuta a fessurazione delle lastre ondulate.